Genazzano

Genazzano è un suggestivo borgo al confine tra la provincia di Roma e quella di Frosinone, a 47km da Roma. Sorge su uno stretto sperone di tufo vulcanico a 375 m s.l.m. che declina dalle propaggini meridionali dei Monti Prenestini per immergersi nella vallata del Sacco. Il panorama è splendido. Vicino, alte colline, piene di boschi, di vigneti e uliveti e campi fertilissimi; lontano, a perdita d’occhio, la Valle del Sacco e i monti degradanti nel ceruleo.

E' un centro tipicamente medievale, stretto nelle sue mura, con due sole entrate, una a nord e l’altra a sud, le case addossate l’una all’altra, con splendide finestre, ora bifore, ora squisitamente rinascimentali, e deliziosi portali ora ad arco, ora architravati, nel tipico tufo locale, il peperino.

Conosciuto già ai tempi dell'antica Roma quando era meta di villeggiatura della Gens Genucia, Antonina e Iulia. Il borgo si costituì nel XI secolo successivamente divenne feudo storico dei Colonna, che dal Palazzo Baronale (comunemente chiamato castello dalle genti del luogo) controllavano il passaggio verso Napoli e verso Roma. Diede i natali a Papa Martino V nato Ottone (o Oddone) Colonna (Genazzano, 1368 – Roma, 20 febbraio 1431).

I principali luoghi da visitare sono:

  • il nostro Santuario Madonna del Buon Consiglio
  • la Chiesa di S. Croce, con begli affreschi di scuola giottesca;
  • il Castello Colonna
  • la Chiesa di S. Paolo con campanile romanico
  • la Chiesa di S. Nicola
  • la casa natale di Martino V
  • la Porta San Biagio
  • il Convento di San Pio
  • il Palazzo Apolloni
  • la Porta Romana detta "La Puorta"
  • la Chiesa San Giovanni
  • la casa di Giovanni Brancaleone, uno dei tredici della disfida di Barletta;
  • il Portale Barocco di Villa Sonnina
  • la casa natale di Oddone Colonna, divenuto Papa col nome di Martino V, che ampliò il poderoso castello, restaurato e completato da Cesare Borgia, il Valentino;

Fuori le mura, interessanti testimonianze archeologiche della presenza romana:

  • resti di un acquedotto a nord;
  • a sud: ruderi di un bellissimo Ninfeo attribuito al Bramante (sec. XV), eretto su ruderi anteriori, che la tradizione riferisce all’antica Basilica di S. Secondino, martire del II secolo.

Nacquero a Genazzano: Ottone Colonna (1365) divenuto poi Papa Martino V°; Giovanni Brancaleone uno dei tredici della disfida di Barletta; Prospero Colonna, Capitano di Carlo V°; Fr. Mariano, Agostiniano antagonista del Savonarola a Firenze; pittori di chiara fama come Scipione Vannutelli, Cesare Caroselli e Dante Ricci.

 

Per informazioni potete visitare il sito del Comune di Genazzano o quello dell' Associazione Turistica Pro Loco Genazzano