Maria, Madre del Buon Consiglio

Nel Santuario di Genazzano c'è dunque una presenza misteriosa, ma viva e forte, che attira, commuove, avvince e trasforma il pellegrino, Veramente qui si sperimenta quotidianamente quanto l’esperienza bimillenaria della Chiesa ha espresso in una concisa espressione: a Gesù si arriva attraverso Maria: “Ad Jesum per Mariam”. E Maria, nel corso dei secoli, ha scelto un ’infinità di luoghi, come Genazzano, per esercitare questa sua mediazione. Chi può contare l’infinità di Santuari mariani sparsi nel mondo! E sotto un ’infinità di titoli, è sempre Lei la Venerata, sempre Lei l’invocata, sempre Lei la Soccorritrice, l’Unica Madre di Dio e nostra: Maria!

Come mai Ella è così presente, qual è il suo ruolo nella salvezza dell’uomo?

Nel libro della Genesi leggiamo: «Il Signore disse al serpente: “Io porrò inimicizia tra te e la donna, tra la tua stirpe e la sua stirpe. Questa ti schiaccerà la testa e tu le insidierai il calcagno"». Nel piano di Dio c’è una donna che avrà una parte rilevantissima e insostituibile nella salvezza per la sconfitta del maligno. Questa donna è Maria, la Madre di Gesù! Il Caravaggio ha dato un’interpretazione pittorica molto interessante di questo fatto. In un suo quadro si vede la Madonna che sorregge il piccolo Gesù: per terra striscia il dannato serpente! La Vergine, col suo piede, sta per schiacciare la sua testa, ma il piccolo piede di Gesù preme sul piede della Madonna, e gli dà la forza necessaria per calpestare il nemico.

E Gesù il Salvatore dell’umanità, la sua morte redentrice libera tutto il creato dalla soggezione al Maligno: “solo in Lui c’è salvezza”, afferma categoricamente San Pietro.

Ma non è possibile pensare a Gesù uomo senza tener presente Maria di Nazareth che, col suo “Sì”, ha dato la sua carne al Verbo di Dio che diventa uomo. La Madonna è nel piano di Dio, nel Consiglio di Dio!

Il titolo con cui si venera Maria nel nostro Santuario, nasce da esperienza vivissima del popolo cristiano. Ci aiuta a comprenderlo proprio la liturgia, con le letture bibliche che propone alla meditazione nel giorno della festa della Madre del Buon Consiglio. Il brano del Vangelo narra delle nozze di Cana. Le parole che Maria dice ai servi in questa circostanza, ci svelano il primo significato, quello di più immediata esperienza e comprensione per ogni cristiano. Maria dunque dice: «Fate quello che Gesù vi dirà». Queste parole sono un consiglio che Maria rivolge non solo a quei servi, ma a tutti gli uomini, a quanti desiderano incontrare la misericordia di Dio nella propria vita. Madre del Buon Consiglio è l'invocazione di chi ha sperimentato, in questa mamma, un'ottima Consigliera.

Ma la Madre di Gesù è Madre del Buon Consiglio ad un titolo ancora più profondo: il Piano, il Progetto, il Disegno che ha Dio di salvare l’uomo viene espresso dal profeta Isaia proprio con questa parola: Consiglio di Dio. Ora il cuore, la chiave di questo “Consiglio di Dio” è Gesù, il «Consigliere mirabile» (la lettura della festa!), il Figlio di Maria. Madre del Buon Consiglio vuol dire dunque: Madre di Gesù, che è il Buon Progetto di Dio su di noi.